Archivi tag: ricerca

DWELLING UPON CLOUDS AND STONES

Bene! L’anno è iniziato ed è di nuovo lunedì.

Un “lunedì blu” di nuovo, mentro cerco di destreggiarmi alla ricerca del mio equilibrio, come accade spesso nella vita,

tra nuvole e pietre.

20140105_101109_1HEIDEMARIE HERB, Clouds , brooches, wire and pigment (priv. coll) – ELISABETTA DUPRE’, Mesh Surface, brooch – silver (priv.coll.)

Tra passione e ragione

f5036d0be2b20832cc53bbda08d93c1dMARIAROSA FRANZIN, Blue Moon, brooch – silver, acrylic, gold powder.

Tra ciò che si dovrebbe fare, ciò che si vuole fare e cosa devi fare.

4c40c9b0ccffa5f229ef95f496b1cd83TERHI TOLVANEN, Woodland air, brooch, silver and colour print.

Tra desideri e bisogni, tra durezza e leggerezza,

16f956a4e361b7eb7eda74d4819271a3CORRADO DE MEO, Equal Blu, brooch, polystirene, acrylic paint, silver.

Tra il mio lato azzurro e il mio stato d’animo di un blu oltramarino.

22a8425cb043e9cceb9fd0cacab2ea29FLORA VAGI, brooch, wood, paint and silver.

E cosa mi dite di voi?

Well, the new year has started and it’s monday again.

A blue monday again and I’m looking for my own path dwelling , as usual in my life, upon cluods and stones, between passion and reason, between what I should do,  what I want to do and what I have to do.

7ae751c106162b1474a37558a4c678edKRISZTINA STOMFAI, ring, UV reagent and acrylglas.

Between desires and needs, between hardness and lightness.

5184665_origSEUL-GI KWON, Rain, necklace, dried hydrangea petals, silicone, pigment, thread, 2012.

Between my light blue side and my deep blue mood.

2f011c9ce6714c4d822cf7a07ecf5ac8JASMIN MATZAKOW, Azzurro Oltramarino, brooch, wood and acrilyc paint.

And what about you? How is your path?

R.Magritte_les idees claires_1958RENE MAGRITTE, Les idées claires, 1958.

Dedicated to all my friends and artist jewellers who light up my days.

A presto,

Nichka

Follow the thread | FILO ROSSO 2012

Salvò Teseo dal Minotauro, aiutò Adso da Melk ad uscire dalla biblioteca proibita ne “Il Nome della Rosa” e ciascuno di noi, come vuole l’antichità classica, ne possiede uno che viene steso, avvolto e tagliato. Simboleggia la vita nel suo divenire ed è legato al destino che le Moire (o Parche) tessono per noi. E’ il filo che lega tessuti, vite, incontri amicizie. E’ il filo che, per primo e composto, crea la trama e l’ordito ed è un filo che vuol essere un invito alla creatività quello di un progetto bellissimo che la nostra bloGazette è lieta di promuovere qui:

Promosso dal Comune di Muggia e in collaborazione con Agc – Associazione Gioiello Contemporaneo, siamo contenti di poter pubblicare il testo di presentazione della curatrice del Progetto, Dott.ssa ISABELLA BEMBO (grazie!)

La terza edizione di FiloRosso desidera essere una nuova occasione di creatività e d’incontro. Il filo rosso, tanto spesso legato al destino, desidera unire più che mai la capacità progettuale, di ricerca e di espressione del maggior numero possibile di artisti che si esprimono con la creazione del gioiello contemporaneo. Gioielli che parlano spesso utilizzando materiali insoliti, diversi, che riadattano e rinventano metalli e materie scoprendo un nuovo modo per raccontare le storie del quotidiano, ma anche le favole che fanno sognare. La «preziosità» non è solo il valore intrinseco della materia utilizzata per queste creazioni, ma è anche l’aura che queste realizzazioni emanano, comunicando ricchezze diverse, non sempre visibili agli occhi. Il tessuto vuole essere, come nelle precedenti edizioni, il « filo rosso » che accomuna questi gioielli, il trait d’union comune che permette ad ogni artista una nuovaricerca, un nuovo limite da oltrepassare, un nuovo mondo da scoprire.

PREMIO FILO ROSSO 2008 Veronica Iviani, Bracciale “Giulia” metallo, argento, tessuto, cm 12x8x8      [VERONICA IVIANI, nata nel 1990, appena diciottenne ed iscritta allora all’Istituto d’arte “Enrico e Umberto Nordio” di Trieste vinse il Premio Filo Rosso 2008 ]

***

La troisième édition de FiloRosso veut être une nouvelle opportunité pour créer à la fois des bijoux et des rencontres. Le fil rouge, si souvent liée au destin, veut, plus que jamais, tisser des liens entre la capacité d’invention et le langage créatif du plus grand nombre d’artistes qui s’expriment à travers la création de bijoux contemporains. Bijoux qui vivent souvent à travers l’utilisation de matériaux inhabituels et d’approches différentes pour tirer partie des métaux et des matières, nous faisant découvrir une nouvelle façon de raconter les histoires de la vie quotidienne, mais aussi les histoires qui font rêver. Le «précieux» n’est pas seulement lié à la valeur propre au matériel utilisé pour ces créations, mais aussi l’aura que ces réalisations dégagent en communiquant une autre richesse qui n’est pas toujours visible à nos yeux. Comme dans les éditions précédentes, le tissu veut êtrè « le fil rouge » commun à ces bijoux, le trait d’union qui permet à chaque artiste une nouvelle recherche, une nouvelle limite à dépasser, un nouveau monde à découvrir.

PREMIO FILOROSSO 2010 Flavia Eleonora Michelutti, Cammeo con vista pz.1980, seta/filo di poliestere bianco e rosso/ottone, cm. 7 x 100  [Statement dell’artista: “Vedo il gioiello come possibile mezzo di comunicazione tra l’intimità di chi lo indossa e lo spettatore.   Un’immagine sospesa, un lavoro a togliere, sintetizzare la forma e i colori. Ho cucito la seta a pieghe sottili uscendo con il filo dal tessuto,­in modo da poterlo utilizzare come laccio. La medaglia è cucita con  filo rosso in poliestere.]

***

The third edition of FiloRosso wants to be a new opportunity to create both jewelry and meetings. So often tied to the fate, the red wire wants, more than ever, forge links between the power of invention, the research and a new-fashioned language of the greatest number of artists who express themselves through the creation of contemporary jewelery. Jewelry often talk through the unusual materials and the different approaches used. It takes advantage of metals and materials, showing us a new way to tell stories of everyday life and tales which allow us to daydream. The «preciousness» is not only the real value of the materials used to create these objects, but also serves to give them off a special aura and convey feelings and a sense of opulence not ever detectable to the human eye. As in previous editions, the fabric will be the common element – the red thread – in these jewels, the hyphen which allows each artist a new search, a new limit to be exceeded, a new world to disco

Isabella Bembo

FOLLOW, ovvero il mio tentativo molto childish di scrivere col filo…

WHERE: Museo d’arte Moderna « Ugo Carà » – Muggia – Trieste

WHEN: 12.12. 2012 – 13.01.2013

SEE:AGC – ASSOCIAZIONE GIOIELLO CONTEMPORANEO

THE MORNING BARK ringrazia sentitamente la Dott.ssa Isabella Bembo nonché AGC – Associazione Gioiello Contemporaneo per il prmesso accordato nella pubblicazione della presentazione del progetto.